martedì 14 agosto 2018

Nivolet? Lasciate perdere


Se abitate a Caselle dovete percorrere un'unica (bruttina) strada provinciale lunga una sessantina di Km.
Se ci abitate, a Caselle.
Altrimenti... dovete anche arrivarci.
A Caselle.

Da San Giorgio Canavese ce ne sono una cinquantina... chi arriva da Nord pare essere avvantaggiato.

Il Colle del Nivolet è una strada distante, troppo distante. Una strada strettina che finisce in mezzo ai monti del Gran Paradiso, obbligando chi l'ha percorsa a ripercorrerla all'incontrario, per riportarlo sulla provinciale, per tornare a Caselle o a San Giorgio, magari per rientrare mestamente a casa.

Ma perché uno ci dovrebbe andare?

Ecco, smettete di leggere qui, passate al prossimo post o a un altro blog e lasciate perdere, non andateci!

Se proprio siete appassionati delle Strade da Moto, di quelle belle, allora organizzatevi bene, andateci quando si può (la domenica è chiusa ai mezzi a motore), possibilmente non di sabato, un giorno qualunque tra giugno e settembre, ma arrivateci pronti a registrare nei vostri cuori e nelle vostre menti immagini bellissime, un ambiente meraviglioso e una strada dall'andamento che affascina. Registrate tutto e poi, se proprio vorrete tornare, fatelo in bici, a piedi o con le navette che passano ogni mezz'ora. Lasciate che altri, dopo di voi, possano godere di una così bella Strada da Moto senza che sia invasa dai troppi motori e smog.

Descriverla è difficile, il rischio di cadere nell'esaltazione, nell'iperbole, è altissimo. E allora? Allora ecco qualche foto e un filmato, che ho condito con Il Canto del Destino di Brahms perché è quello che mi girava in testa mentre salivo e ridiscendevo.



1 commento:

  1. salve fatta la scorsa estate in due giorni , che dire nulla da aggiungere al tuo commento e al fantastico panorama che si gode da lassu'. ne vale la pena. buona strada .

    RispondiElimina