lunedì 28 maggio 2018

Devo delle scuse...

È da tanto che non scrivo. È vero, dal 2 aprile. Qualcuno di voi me l'ha fatto notare, facendomi così capire che c'è, addirittura, qualcuno che legge ciò che scrivo e che si aspetta che io continui a farlo! Non potevo sperare di più ma questo implica che io debba delle scuse.

Nonostante la prima regola di chi scrive dica che al lettore non interessa quanta fatica hai fatto a trovare la notizia o a elaborare il testo ma, solo la notizia e il testo, cercherò di giustificare questo mio lungo silenzio, sperando nella vostra comprensione, anche perché non voglio mandare al diavolo troppa gente.

Allora: il 31 marzo sono rovinosamente caduto su una lastra di ghiaccio sul colle della Maddalena.
I danni maggiori li hanno patiti Roz e Madi, mentre io ho solo incrinato qualche costola, che, però, mi ha fatto attendere il nostro secondo meeting, del 29 aprile, dormendo da seduto e non mi ha permesso di arrivare a Bolgheri con Madi o Nava.


Nel frattempo, con tre braccia e una sola schiena in due, abbiamo anche traslocato. Oggi abbiamo riconsegnato le chiavi della vecchia casa: senza dubbio un traguardo di tappa ma ben lontano dal poter considerare finito il trasloco.


Infine, come per tutti voi, anche per me il meteo di quest'anno non mi sta certo aiutando a prendere la moto e andare...
Insomma: devo ricominciare a scrivere e, per farlo, devo ricominciare a girare.


Qualche giretto l'ho fatto, per carità, ma piccole cose. Presto, molto presto ripartirò con entrambe le attività, intanto sto pensando a Sardegna, Svizzera, Campania, Montenegro...

L'estate è lunga, qualche cosa faremo. E voi? Che idee avete per questa pazza (meteorologicamente parlando) estate?

Nessun commento:

Posta un commento